iomenefregoio-me-ne-frego3Iomenefrego5-IO-ME-NE-FREGO-1024×683Io me ne frego2

IO ME NE FREGO!

price

Spettacolo sul bullismo vincitore del Premio Eolo Awards 2009 per l’interpretazione e il Premio Ribalta 2007 come Miglior Spettacolo e Migliore Recitazione.

Consulenza scientifica Dott. Nicola Iannaccone, Simonetta Muzio.

Io me ne frego! è una storia che narra l’amicizia di due ragazzi che si conoscono fin dall’infanzia: il racconto svela un rapporto che nel tempo diventa oppressione di uno nei confronti dell’altro. La Compagnia da sempre ha intenti pedagogici ed infatti fra gli altri realizza spettacoli a tema sociale per i più piccoli, che hanno portato sui palcoscenici italiani e all’estero storie di anoressia, bullismo, violenza e dipendenze.

 

Selezionare una data per richiedere il preventivo.

Product Description

Spettacolo vincitore del Premio Eolo Awards 2009 per l’interpretazione e il Premio Ribalta 2007 come Miglior Spettacolo e Migliore Recitazione.

Io me ne frego! è uno spettacolo sul bullismo di Valeria Cavalli, con la consulenza scientifica Dott. Nicola Iannaccone e Simonetta Muzio.

Narra l’amicizia di due ragazzi che si conoscono fin dall’infanzia: il racconto svela un rapporto che nel tempo diventa oppressione di uno nei confronti dell’altro.
Biglia, questo è il soprannome del più debole, si rende conto dei cambiamenti dell’amico, traviato da cattive compagnie, ma non vuole e non riesce a rompere il legame che li unisce, accettando dunque angherie e vessazioni. Allo stesso tempo l’altro procede inesorabilmente verso un tragico abbrutimento che lo porterà a non riconoscere più il confine fra il lecito e l’illecito. L’amicizia, che all’inizio era caratterizzata da una spensierata leggerezza, si incrina diventando una continua prevaricazione: le parole facili che scorrevano fra i due ragazzi diventano macigni e tutto sembra precipitare. Ma ad un certo punto Biglia, il sottomesso, trova il coraggio di ribellarsi, rompendo il silenzio e ostacolando le malefatte del suo persecutore.

LA REPUBBLICA
LATINA OGGI
TRIBE
IL GIORNO
LATINA OGGI2
IL RESTO DEL CARLINO

SCHEDA TECNICA

Fu fondata da alcuni ex allievi della scuola del Piccolo Teatro di Milano; il nome si rifà al celebre clown svizzero Grock.
Tra i primi membri ci furono Maurizio Nichetti e Angela Finocchiaro. Nichetti, per molti anni, prima di dedicarsi all'attività cinematografica, partecipò a numerosi spettacoli della compagnia; il legame tra Nichetti e Quelli di Grock è evidente nel suo primo film da regista, Ratataplan del 1979, dove il gruppo allestisce uno sgangherato spettacolo in una cascina del milanese.
Se nei primi anni la compagnia si era indirizzata nel suo genere teatrale verso spettacoli per bambini, in cui molto contavano le capacità mimiche e ludiche degli attori, complementari se non alternative al testo scritto, in seguito è stata sviluppata una produzione adatta anche ad un pubblico adulto. Tratti caratteristici della Compagnia sono da sempre la spiccata fisicità e l'attenzione ai linguaggi propri della pantomima e del teatro-danza, prestati negli ultimi anni alle riletture di alcuni dei più grandi classici della letteratura teatrale.
Parallelamente all'attività di produzione teatrale grande importanza è sempre stata attribuita all'attività formativa, con una nota Scuola di Teatro.
Ad oggi, la direzione artistica della compagnia è affidata a Valeria Cavalli, Claudio Intropido e Susanna Baccari, i cui spettacoli vengono proposti al Teatro Leonardo di Milano e in alcune tournée.
Altri soci sono Francesco D'Agostino, Walter Intropido ed Asker Pandolfini. Fino alla primavera del 2011 ne facevano parte anche gli attori Andrea Ruberti e Alessandro Larocca. Un regista e formatore storicamente legato alla Compagnia è Claudio Orlandini, direttore artistico dell'Associazione Culturale Comteatro, con sede a Corsico (Mi).
Attori che sono o sono stati legati alla Compagnia, pur non essendone soci, sono Giulia Bacchetta, Maurizio Salvalalio, Fernanda Calati, Pietro De Pascalis, Debora Virello, Max Zatta, Alessandro Sampaoli, Brunella Andreoli, Manola Vignato, Antonio Brugnano, Gaddo Bagnoli, Bruna Serina de Almeida, Marco Oliva, Cristina Liparoto, Francesca Dipilato, Jacopo Fracasso, Elisa Rossetti, Maria Cristina Stucchi, Sabrina Marforio, Isabella Perego, Simone Severgnini, Clara Terranova, Andrea Lietti, Andrea Robbiano, Francesco Alberici.
Un collaboratore storico è il musicista polistrumentista Gipo Gurrado, del quale sono stati editi anche alcuni album contenenti le colonne sonore degli spettacoli targati Quelli di Grock, tra i quali il primo disco, intitolato "Località Palco".
La possibilità di gestire in autonomia uno spazio stabile ha dato un forte impulso alla compagnia: dal 1990 al 1997 al Teatro Greco di Milano e dal 1999 al 2009 presso il Teatro Leonardo da Vinci di Milano, in cooperazione con Teatridithalia (Elfo PortaRomana Associati). Successivamente, con la confluenza della Compagnia dell'Elfo presso il nuovo teatro multisala Elfo Puccini di corso Buenos Aires, Quelli di Grock mantengono in autonomia la gestione del Teatro Leonardo, del quale curano la direzione artistica e organizzativa a partire dalla stagione 2009/10.

Commenti

Non sono presenti commenti o recensioni

Commenta per primo “IO ME NE FREGO!”